Ultimi post

I più venduti

Crescita o Vegetativa Cannabis

86 Visualizzazioni 10È piaciuto
 

La Crescita della Cannabis: le Fasi Principali


Temperatura e umidita


La fase vegetativa della Cannabis è una fase cruciale nelle Fasi di coltivazione e della vita della pianta. Ovviamente prima c'è la germinazione ed infine la Fioritura e raccolto se avremo fatto tutto bene avremo ottimi risultati. Durante questa fase, la pianta cresce e si sviluppa, producendo le foglie e i fiori che caratterizzano la specie.

È importante fornire alla pianta gli accessori e i prodotti necessari per una crescita ottimale durante questo periodo. Ad esempio, è importante assicurarsi che la pianta riceva un'illuminazione adeguata e che sia fertilizzata in modo appropriato.



Quando iniziare la fase della Crescita


La fase vegetativa della Marijuana può iniziare quando le piante sono ancora in vaso o quando vengono trapiantate in piena terra solitamente avviene quando ci sono almeno 3 o 4 internodi. È importante assicurarsi che le piante ricevano un'illuminazione adeguata durante questo periodo, in modo da favorire la crescita.

Il terreno ideale per Crescita della cannabis


Il terreno ideale per la coltivazione della cannabis dovrebbe essere ben drenato, fertile e ricco di sostanze organiche. Inoltre, è importante assicurarsi che il terreno sia ben aerato, in modo da favorire la crescita delle radici. Una volta preparato il terreno, è importante innaffiare le piante regolarmente, in modo da mantenere il terreno umido ma non inzuppato.

Illuminazione Fase Vegetativa


Tuttavia, se non si dispone di un'esposizione adeguata alla luce solare, è possibile utilizzare una lampada a vaporizzazione di mercurio HPS o CFL o una lampada a incandescenza. È importante assicurarsi che le piante abbiano un'adeguata illuminazione durante tutto il giorno, in modo da favorire la crescita e la fioritura.

In base al tipo di pianta AutofiorenteFemminizzata andra somministrato un Fotoperiodo diverso. la luce nella fase di crescita nelle piante femminizzate è di circa 15/16 ore mentre per le cannabis autofiorenti può arrivare anche a 24h

Fertilizzanti cannabis fase vegetativa


Durante la fase vegetativa, è importante fertilizzare la cannabis con un fertilizzante ricco di azoto. Questo aiuterà a stimolare la crescita delle piante e garantirà una buona produzione di foglie. È inoltre importante assicurarsi che le piante abbiano un adeguato apporto di fosforo e potassio, che favoriscono la fioritura e la produzione di frutti.

Curare la pianta di cannabis la fase vegetativa


Per curare la pianta di Erba durante la fase vegetativa, è importante esporre le piante in un ambiente adeguato con una ventilazione ottimale e ben areato. La temperatura deve restare tra i 18° ai 27° max. L'umidita in questa fase deve restare intorno al 60/65% ed è importante tenerla sempre umida.

differenza-maschio-femmina-cannabis

Come riconoscere la pianta maschio e femmina di cannabis


Ci sono diversi modi per riconoscere se una pianta di cannabis è maschio o femmina. I segni principali da cercare sono la presenza di stami o pistilli sui fiori, la forma delle foglie e l'odore della pianta.

Le piante di cannabis maschi hanno stami che portano i granuli di polline, mentre le piante femmine hanno pistilli che portano i semi. Le foglie delle piante indica sono generalmente sottili e lanceolate, mentre quelle delle sativa sono più spesse e ovate. Infine, le piante di cannabis indica tendono a diffondere un odore dolciastro, mentre quelle della Marijana sativa quindi anche quelle di Cannabis Legale hanno un odore più terroso.

La Canapa classica con THC ma anche la Canapa Light sono piante dioiche, il che significa che ci sono piante maschili e femminili. La maggior parte delle varietà di cannabis sono ibridi, ma alcune sono puramente maschili o femminili. Le piante maschili non producono fiori femminili e non possono essere impollinate, mentre le piante femminili producono fiori maschili o femminili. I fiori maschili producono polline, che può impollinare i fiori femminili, ma non producono seme. I fiori femminili producono seme, ma non polline.

Per riconoscere una pianta di cannabis maschio o femmina, si dovrebbe cercare di determinare se produce fiori maschili o femminili. I fiori maschili hanno stami (filamenti) che portano i granuli di polline, mentre i fiori femminili hanno pistilli (stami modificati) che portano i semi.

Le piante di cannabis anche le Sative con CBD possono anche essere classificate in base alla loro morphology. Piante indica tendono ad essere più alte e slanciate con foglie sottili e lanceolate, mentre le piante sativa sono generalmente più basse e compatta con foglie più spesse e ovate. Le due varietà differiscono anche nell'odore e nell'effetto sull'umore quando vengono consumate.

Differenze maschio e femmina di cannabis


Ci sono diverse differenze tra piante di cannabis maschio e femmina. Le piante femmine hanno fiori che producono semi, mentre le piante maschi hanno fiori che rilasciano polline. Questo è importante da sapere perché solo le piante femmine producono la marijuana. Se le piante femmine vengono impollinate dalle piante maschi, i semi che producono non saranno buoni per la coltivazione e non daranno un raccolto abbondante.

Come evitare l'impollinazione della cannabis


Per evitare l'impollinazione, è importante separare le piante di cannabis maschio e femmina. Questo può essere fatto piantando le piante in vasche separate o usando un telo divisorio. Inoltre, è importante tagliare via i fiori maschili prima che rilascino il polline, in modo da evitare che impollinino le piante femmine. Se hai ulteriori domande visita la sezione FAQ Cannabis

 
Questo post sul blog ti è stato utile?

Lascia un commento

Codice di sicurezza