Ultimi post

I più venduti

Coltivazione Cannabis

129 Visualizzazioni 20È piaciuto
 

La coltivazione della cannabis


La coltivazione, produzione è un'attività illegale in italia se volete provare a farne una vostra passione, si trovano online i semi di cannabis chiamati però "semi da collezione" in realtà non potrebbero essere seminati in quanto dopo fioriti hanno una notevole quantita di THC.

Ecco come fare


Innanzitutto, è importante scegliere il terreno adatto alla coltivazione della cannabis. Un buon terreno dovrebbe essere ben drenato e ricco di nutrienti. Inoltre, è necessario assicurarsi che i semi utilizzati siano autofiorenti e femminizzati.

Una volta che il terreno e i semi sono pronti, è possibile iniziare la coltivazione della cannabis. Tuttavia, è importante ricordare che questa attività è illegale in Italia. Pertanto, si consiglia di fare molta attenzione nel caso in cui si decidesse di procedere con la coltivazione, a meno che non si decide di fare una coltivazione di Cannadis LegaleErba light la quale non contiene Thc bensi solo CBD o HHC

Come coltivare marijuana indoor, outdoor e in greenhouse


La cannabis è una delle piante più versatile e può essere coltivata sia all'aperto che in serra. Il fotoperiodo è un importante fattore da considerare quando si coltiva la cannabis, poiché può influenzare la quantità di THC(tetraidrocannabinolo) presente nelle piante.

La maggior parte delle varietà di cannabis sono a fotoperiodo costante, il che significa che non cambiano il loro fotoperiodo durante la stagione di crescita. Tuttavia, alcune varietà sono a fotoperiodo variabile e possono cambiare il loro fotoperiodo in base alle condizioni ambientali.

Ad esempio, le piante di cannabis a fotoperiodo variabile possono aumentare la loro produzione di THC se esposte a brevi periodi di luce intensa durante la stagione di crescita.

Come coltivare marijuana outdoor


La coltivazione all'aperto di marijuana è un processo relativamente semplice e può essere effettuato in molti luoghi diversi. Tuttavia, ci sono alcune cose che è importante considerare prima di iniziare. Innanzitutto, è necessario scegliere un sito adatto alla coltivazione.

Questo significa che il sito deve essere ben drenato e avere un terreno fertile. Inoltre, il sito deve essere esposto al sole per la maggior parte della giornata e protetto dal vento. Una volta che si è scelto il sito, è necessario preparare il terreno per la semina.

Questo significa rimuovere tutte le pietre e le radici dal terreno e livellarlo. Successivamente, è necessario dissodare il terreno per aria e umidità. Infine, è necessario aggiungere nutrimenti appositi al terreno per migliorarne la qualità e qualche Fertilizzante specifico per la coltivazione

Come coltivare marijuana in greenhouse


La coltivazione in serra di marijuana è un processo semplice e può essere effettuato in molti luoghi diversi. Gli step sulla coltivazione sono molto importanti come la preparazione del terreno, l'impianto dei semi e la cura delle piante. Anche la gestione della temperatura è importante, la rendita di fiori di erba in questo caso sarà minore della coltivazione indoor

Coltivare cannabis indoor


Nella coltivazione Indoor, una pianta di cannabis può produrre fino a 600 gr di infiorescenza se curata bene.

Una delle scelte più importanti per la coltivazione di marijuana indoor è la scelta delle lampade. Le lampade a incandescenza sono meno costose, ma producono meno luce e calore rispetto alle altre opzioni. I LED sono un'altra opzione popolare, poiché consumano meno energia e durano più a lungo. Gli ultimi ritrovati nel settore delle lampade per piante sono le lampade a ioduri metallici, che offrono una qualità della luce superiore rispetto alle altre opzioni.

Il terreno ideale per la cannabis


Il terreno ideale per la coltivazione della Marijuana dovrebbe essere ben drenato e ricco di nutrienti. Inoltre, è importante livellarlo in modo che le piante possano crescere in maniera uniforme. Se il terreno non è adatto alla coltivazione della cannabis, le piante potrebbero non svilupparsi correttamente o non crescere del tutto.

Successivamente, bisogna impiantare i semi nella terra preparata. Questo può essere fatto utilizzando un semenzaio o un vaso da qui partira la nascita o la germinazione. Una volta che i semi sono stati impiantati, bisogna assicurarsi di mantenere il terreno umido e di fare attenzione alla temperatura ambientale.

Infine, una volta che le piante saranno cresciute, sarà necessario curarle per assicurarsi che si sviluppino nel modo corretto. Questo include innaffiarle regolarmente e concimare il terreno.

Semi utilizzati per la coltivazione della cannabis


I semi utilizzati per la coltivazione dell' Erba dovrebbero essere di alta qualità e provenire da piante sane. Inoltre, è importante scegliere i semi giusti in base alla varietà di cannabis che si desidera coltivare. Se si scelgono i semi sbagliati, le piante potrebbero non svilupparsi correttamente o non crescere del tutto.

Piante autofiorenti e femminizzate


Le piante autofiorenti e femminizzate sono due tipi di piante di cannabis che possono essere coltivate con successo. Le piante autofiorenti sono piante che fioriscono automaticamente quando raggiungono un certo stadio di sviluppo, mentre le piante femminizzate sono piante che producono solo fiori femminili.

Tempistiche per la fioritura


Le piante autofiorenti iniziano a fiorire dopo circa 2-3 mesi di crescita, mentre le piante femminizzate richiedono circa 4-5 mesi per fiorire. La fase di fioritura varia in base al tipo di pianta. Ad esempio le cannabis autofiorenti hanno una germinazione crescita più veloce rispetto alle regolari o femminizzate

 
Questo post sul blog ti è stato utile?

Lascia un commento

Codice di sicurezza